Ritorno a casa

Con la visita a Pamukkale si è concluso il nostro viaggio alla sciperta della Turchia ed è arrivato il momento di tornare a casa.

Ci siamo alzati presto e abbiamo fatto colazione all’hotel e preparato le valige. La giornata è cominciata con un po' di suspance: Alice con il mal di pancia per aver bevuto l'acqua del rubinetto e Brando con il mal di testa per il poco sonno! Per fortuna poi la situazione si è normalizzata...

Abbiamo preso la metropolitana fino all’aeroporto ed eravamo i più “swag” di tutti, che nel linguaggio di noi giovani significa che eravamo i più fighi...

Dopo una montagna di controlli, abbiamo iniziato a girovagare per il duty free, prendendo gli ultimi regalini e curiosando in giro.

Il primo volo ha fatto scalo a Istanbul e dopo un'altra interminabile fila per i controlli, siamo partiti alla scoperta di un altro aeroporto. Qui c'é stato un piccolo problema (specialmente per le ragazze): i prezzi della maggior parte delle cose erano espressi in euro e noi avevamo soltanto lire turche, quindi pensavamo di non poter comprare nulla! Poi abbiamo scoperto che si potevano usare tutti i tipi di valuta, ma ormai era troppo tardi e poi i prezzi erano molto alti.

Il volo da Istanbul a Venezia è stato più lungo, ma ci siamo distratti con un film e con alcuni videogiochi, visto che c’era un “tablet” sullo schienale del sedile di fronte utilizzabile per questo scopo. Recuperate le valigie e abbiamo preso un ulteriore mezzo di trasporto, un autobus, per tornare a Fumane... e così si è conclusa la nostra esperienza in Turchia.

Ci siamo divertiti tantissimo! Ci piacerebbe rifare un viaggio come questo e ci dispiace che sia finito, ma e’ sempre bello tornare a casa!

Scrivi commento

Commenti: 0